dal diario di una 14enne…

Non voglio diventare un burattino nelle mani di nessuno. Non voglio con il passare del tempo perdere i miei ideali. Non voglio diventare una bancaria triste e depressa o una segretaria che dietro il suo trucco porta rancori di una vita. Non voglio essere privata dei miei pensieri,del ricordo di com’ero ieri e di com’era ieri. Non voglio salire su una giostra che non fa più fermare neanche per pisciare. E soprattutto non voglio perdere questo mio amore per il mondo,per lui, per le persone, questa mia voglia di libertà. Voglio conservare la passione ed il fuoco che c’è in me e soprattutto non voglio che la mia vita sia un pendolo tra lui e la strada.
Voglio fare l’amore. Voglio cantare e sapere cosa si prova a farlo. Voglio correre sotto una pioggia di stelle per cercare di raggiungere quella più bella. Voglio avere nelle mani tutta la fantasia possibile per riuscire a scrivere un qualcosa di unico e di mio. Voglio che un giorno lui ritorni da me e che io trovi il coraggio di dire di no. Voglio,magari un giorno,magari in sogno, salire su di un palcoscenico,vincere le mie emozioni infantili e dare tutta me stessa per una parte non mia.
Ed invece ho ancora paura di me stessa,di quello che a volte dico e faccio,di quello che a volte sento dentro. Ho ancora paura di quello che potranno dirmi molte persone. Ho ancora paura di perdere un domani una battaglia decisiva per il mio futuro.
So che vorrò sposarmi,avere tanti figli, mi voglio iscrivere a lettere moderne, voglio fare teatro,voglio vedere un’opera e suonare la chitarra. Voglio che i miei figli crescano bene senza questo terrore che a volte ho io della morte. Voglio che sappiano cos’è la vita con tutto ciò che comporta. Io sarò madre.
Forse ora sto facendo retorica….eppure quanta inventiva ci vuole per dire ciò che nessun altro è mai riuscita a dire? Forse non basterebbe una vita spesa a pensare fare e agire. Io dormo.
la14strega

dal diario di una 14enne…ultima modifica: 2003-08-22T21:55:33+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento