Il contratto

Dopodomani potrò dire di non essere più disoccupata.Lavoro,occupazione ,guadagno. Mi recherò allo studio e apporrò la mia bella firmetta lì sotto.Le mie otto ore al giorno più disponibilità serale gradita saranno assicurate e riempiranno la mia giornata.E la mia anima piange ed urla.E penso che era proprio quello da cui scappavo.La mia vita imprigionata dietro ad una scrivania.E penso alla canzone di Venditti.Ed intanto non capisco perchè mi viene da piangere.Stai barattando tutto quello che sempre ti ha contraddistinto per uno stipendio,perchè certo il lavoro non è nulla di eccezionale. Ne vale la pena? Cavolo non lo so.Non so cosa fare.Ed intanto penso che la vita è un compromesso sempre.Penso che dovrò lavorare gomito a gomito con persone di cui davvero non mi interessa nulla.Penso che dovrò elargire sorrisi forzati e che la sera dovrò andare a letto presto.Penso che non potrò neanche più continuare quello che attualmente sto facendo perchè quando si finisce se tutto va bene alle 20 dopo si cerca solo un pò di riposo.E poi penso a tutte le persone che hanno un lavoro così e che sono soddisfatti e a tutte quelle persone che un lavoro non ce l’hanno e che in questo momento mi invidiano e vorrebbero quello che ho io.Ma sai cos’è non me ne frega nulla la vita è mia ed io non so cosa fare.

Il contrattoultima modifica: 2004-03-30T20:42:26+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Il contratto

  1. …da 10 mesi svolgo il mio primo lavoro, terminati gli studi. Emi sento ogni giorno soffocare un pò di più. I tanti progetti che avevo di un lavoro che riempisse la mia vita emi facesse sentire grnde per la prima volta sono sbiaditi del tutto davanti alla realtà. Faccio un lavoro che non mi darà grandi soddisfazioni, che mi toglie energie e grinta, perchè sto alla scrivania almeno 12 ore al giorno e rientrando a casa noin ho voglia di fare nulla, tantomeno di parlare…di cosa potrei mai parlare se trascorro tutto il nmio tempo davanti a un computer e dentro mi sento vuota? Io sto cercando un lavoro migliore che mi restituisca il tempo e la voglia di vivere, a te auguro di iniziare un’esperienza totalmente diversa dalla mia e ti faccio, come è giusto i migliori in bocca al lupo, per il nuovo lavoro, con affetto!

Lascia un commento