Chiedimi se sono felice…

Che differenza vuoi che faccia…con te o senza te…sono viva lo stesso. Ho tanta aria nei polmoni,tanta da spazzare via un mondo intero,quel mondo che ho costruito per noi, quel mondo che è fatto di carta. Com’è che ci sono cascata di nuovo non me lo so spiegare…ho costruito tutto e l’ho fatto da sola. Da piccola amavo le costruzioni, persino le carte da gioco erano buone per costruire case o interi villaggi. Evidentemente il vizio non l’ho perso. Non so con che presunzione ho potuto pensare in questi mesi di essere perfettamente in grado di restare lucida e consapevole. Razionale sempre in ogni momento,in modo da evitare passi falsi,in modo da poter gestire e controllare le situazioni. Ho mosso i fili con delicatezza e quando c’è stato bisogno di accelerare l’ho fatto pensando di riuscirci. Ho iniziato piantando il seme,da questo è nato una piantina e tutto intorno ho cominciato a costruirci un giardino lindo e profumato…peccato che i fiori erano finti. Ho iniziato a costruire una casetta …ma una casetta senza mattoni e senza fondamenta vola via al primo soffio di vento. Ho questo difetto…non riesco a scindere il soffio d’aria fresco dall’uragano ma in questo caso non mi porto rimpianti…la casetta sarebbe volata via lo stesso. Non ci sono grandi macerie,è solo un prendere e portare a casa,è solo un’ulteriore conferma. Sono cinica,fredda, egoista e bastarda. Ma quanto mi piaccio non ve lo potete neanche immaginare. E mi difenderò sempre,non rinuncerò mai a me stessa.Difficile è stato accettarsi così,accettare i miei limiti e i miei difetti,accettare di non essere l’incarnazione della perfezione. Ho tentato di superare i miei limiti,di cambiarmi per migliorarmi,stavo perdendo me stessa. Ora porto la mia bandiera avanti e ne vado fiera,fiera di essere così come sono. Non permetterò mai più a nessuno di giocare con la mia vita,di calpestarmi,di farmi umiliare,di farmi sentire una bambina stupida piccola e inutile,di farmi sentire sempre in errore. Ci sono state volte in cui avevo lo sguardo basso,volte in cui le persone quando mi guardavano leggevano tanta malinconia.Ci sono state volte in cui mi sentivo giudicata anche per un sorriso,per una stretta di mano. Ci sono state volte in cui ho sentito sulle mie guance il dolore di schiaffi forti e spietati per un piatto di pasta appena scotto. Tutte queste volte mi hanno inasprito,mi hanno cambiata,mi hanno forse anche peggiorata. Non ha importanza la strega è così e questa é la sua vita e voi non riuscite neanche lontanamente ad immaginare quanto poco ne vado fiera ma quanto mi coccolo,mi perdono e mi amo incondizionatamente…

Chiedimi se sono felice…ultima modifica: 2004-04-15T16:36:23+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Chiedimi se sono felice…

  1. ..niente male!! mi piace tutto quello che hai scritto…. perchè io faccio esattamente il contrario… a parole bravissimo.. ma poi stringi stringi… soppeso tutto rapportandomi all’altro di turno… che sia una lei, la mia lei… mio babbo.. il mio capo… il mio spirito…penso di nn scindere mai ma trovo sembre in combutta il mio razionale con quello emozionale ed emotivo..tu hai e comunichi una bella forza!! grazie ripasserò… un saluto m.p.

Lascia un commento