Mi manchi

Oggi è una bellissima giornata di primavera. Il cielo è limpido,i raggi del sole riscaldano la mia stanza e dalla finestra entra un leggero vento fresco. Molto rigenerante. Molto riposante. Troppo. Dentro me è buio,colori grigi,poche sfumature. È un cielo carico di pioggia,l’aria è bassa e pesante. Mi manchi. La mattina quando apro gli occhi,quando il torpore del sonno si allontana,quando inizio a girarmi nel letto in cerca di qualcuno che non c’è. Mi manchi. Quando vado in cucina e preparo il mio caffè,accendo la musica ed inizio a ballare da sola per casa e mi rendo conto di essere buffa e patetica. Mi manchi. Quando vedo allontanarsi le persone che mi sono vicine,quando cerco delle mani da poter stringere,quando il mio orgoglio mi impedisce di chiedere aiuto. Mi manchi. Quando sento sulla pelle questa fresca aria primaverile che mi sussurra di prendere il treno per correre da te, e gli alberi e tutti questi fiori e la natura che si risveglia e che esplode in un orgasmo di colori. Mi manchi. Quando riflettere e pensare e sognare fa talmente male che è preferibile vivere. Mi manchi. Quando il silenzio è talmente assordante che ricerco il rumore che trapassa i timpani e ed esplode nel cervello,per non sentire quel battito del cuore così stupido così ossessionante così martellante così bambino che continua a sussurrare il tuo nome

Mi manchiultima modifica: 2004-05-19T13:31:26+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Mi manchi

Lascia un commento