Precarietà

Ho sempre parlato tanto,tanto male e tanto a sproposito. C’è una cosa che non ho mai avuto il coraggio di pronunciare,una semplice frase…”Fidati di me”. Vivo nella precarietà,nel…”Oggi ci sono e sto più o meno bene,domani non so”. E vorrei avere la forza di amare senza desiderare di possedere,di amare senza tentativi di manipolazione.
Guai a chi mi tocca! Ed invece io tocco…
Guai a chi tenta di cambiarmi! Ed invece io sono pretenziosa,non mi accontento,voglio il mio 100,non accetto i compromessi…
Guai a chi mi giudica! Ed invece io continuo a farlo e scarto,controllo,analizzo,boll o,peso…

Precarietàultima modifica: 2004-06-23T15:05:39+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Precarietà

  1. E’ un’attitudine umanissima la tua, anzi…la nostra; spesso l’anelito alla perfezione si scontra con la fragilità intrinseca dell’essere Uomo…Non è un buon motivo per smettere di essere severi con noi stessi ne’ per essere troppo indulgenti, secondo me, tuttavia essere consapevoli dell’inevitabi le precarietà è già un buon punto di partenza per apprendere e per crescere. Buona giornata. Gilraen.

  2. Carissima Strega, ho letto quello che hai scritto ultimamente: fidati di me… la stanchezza del 50% e il desiderio di sorridere appena sorge l’alba e la prigione che non solo altri hanno costruito intorno a te. Stanotte non ho voglia di dormire, e leggendoti trovo nelle tue parole una luce di magie delicata! Tu non devi assolutamente chiedere scusa per le tue paranoie, perchè non le definisco così: sono i tuoi pensieri gettati su un monitor e custodiscono la voglia di lottare e il rispetto dei sentimenti che ne racchiudono. E’ un momento difficile e non so quando riuscirò a sedermi tra le tue parole, ma ti stimo molto e ti abbraccio forte augurandoti la serenità e due ali colorate per il tuo domani! Un bacione!

Lascia un commento