Un bicchiere,un libro ed io

Dai entra. Accomodati pure lì,su quella poltrona. Posso offrirti qualcosa? Un amaro,un bicchiere di vino,un whisky…in casa non manca nulla. Non ti resta che scegliere. E se non sai cosa scegliere lo faccio io per te. Un bicchiere vicino aiuta sempre. A sciogliere il sangue. Lo senti scorrere meglio nelle vene. Più veloce. Più fluido. Anche le parole. A volte … Continua a leggere

I miei occhi

Ti scrivo questa lettera perchè forse mai più avrò il coraggio di essere così sincera. E te la scrivo qui perchè mi sento tra mura amiche. Forse non ha senso rivangare tutto il passato. O forse è proprio per trovarne il senso che è utile. Per cercare una spiegazione. Per tentare di aggrapparmi ad un motivo. La nostra storia è … Continua a leggere

Non è solo un gioco

Piccolo cedimento dell'animo. Quel punto debole,malattia dei sensi. E piedi che si toccano,che si cercano,che si dimenano incrociandosi. Cercando contatti sempre più intensi,unioni visive. E muscoli che si distendono e si tirano provocando tensioni sempre più evidenti. Mani. Esplorano,frugano,a volte rimangono come impacciate dinanzi ad un bottone inaspettato,ad una cinta cavillosa. E poi ancora,riprendono il loro moto,impazienti e frenetiche. E … Continua a leggere

Venere

Lei alloggiava nei pressi dell’università,nel cuore del magnifico parco des Bastions. Ogni sabato nelle prime ore della mattina si recava al Marché aux Puces. È importante avere dei piccoli riti,delle piccole certezze. Risulta meno difficile affrontare il quotidiano. Abitava a Ginevra da meno di un anno e adorava quel mercato così colorato e quei profumi così intensi. Le ricordavano un … Continua a leggere

Adone

“Le ciel est bleu. Bonne nuit”Il cielo è sereno. Stasera Adone potrà ritornare a casa a piedi. Non c’è niente di più bello che passeggiare per Carouge in una notte come quella. L’aria è mite,i lampioni con la loro luce fioca creano un gioco di ombre tra quelle mille stradine di un quartiere che sembra essersi fermato nel tempo. Se … Continua a leggere

In silenzio

Se siamo destinati ad essere spettatori increduli ed illusi,comparse o protagonisti della nostra vita,forse questo lo capirò solo quando starò per scender dalla giostra. Per il momento ammiro un paesaggio dove nulla è stonato. La natura ha la mano di un pittore paziente e sapiente. Mi sento piccola dinanzi a queste vette che ,più o meno dolcemente,declinano verso un mare … Continua a leggere

La forza di due occhi

Un palco di periferia ed uno sguardo. Due momenti che si rincorrono. Che si cercano. Che si trovano. Portare in scena la parte e sentire uno sguardo che ti accarezza,che ti fruga nelle parti più intime,che ti entra nell’anima. Seguire quel calore. Due sguardi che si incontano,soli tra migliaia di occhi e di riflettori puntati. E sentirsi nudi. Completamente disarmati. … Continua a leggere

Quello che non credevo di provare

Sono nauseata. Ho il tuo puzzo addosso. Puzzi di bugie,di ipocrisie-si proprio quella che dichiari di combattere-di meschinità. Sei una controfigra sbiadita di quello che si chiama essere umano. Forse fino a questo momento non avevo idea di cosa volesse dire provare rabbia e disgusto per qualcuno. Non è una bella sensazione. Non ci sono abituata. Non una lacrima si … Continua a leggere