I miei occhi

Ti scrivo questa lettera perchè forse mai più avrò il coraggio di essere così sincera. E te la scrivo qui perchè mi sento tra mura amiche. Forse non ha senso rivangare tutto il passato. O forse è proprio per trovarne il senso che è utile. Per cercare una spiegazione. Per tentare di aggrapparmi ad un motivo. La nostra storia è stato un delirio dei sensi. Dal primo momento in cui i tuoi occhi si sono posati su di me. Dal primo momento in cui i miei occhi hanno intercettato il tuo sguardo. Abbiamo sfidato pregiudizi ed invidie. Abbiamo calpestato chi ci voleva bene per davvero. Ma eravamo uniti. Folli. Pieni di desiderio e di passione. Incoscienti. Forse nel nostro io più profondo eravamo consapevoli del difficile cammino che ci attendeva. Dovevamo affrontare da soli un mondo che non ci avrebbe mai accettato a pieno. Ricordo la prima volta in cui sei stato mio. In cui io sono stata tua. Tu hai sentito un guanto. Io ho sentito amore. Non eravamo poi così distanti. Poi ci siamo iniziati ad allontanare persi nei nostri piccoli mondi. Due mondi troppo distanti. Due passati troppo diversi. Io amavo i giochi di ruolo. Sbagliando clamorosamente. Tu amavi i giochi di azzardo e sbagliavi anche tu. Non riuscivo ad accettare la tua arroganza,la tua impulsività,il tuo voler buttare tutto a terra con un colpo netto. Abbiamo fatto un pò di strada insieme. Io chiusa nel mio nascondiglio segreto. Tu cercando amori a basso costo. Non potevamo non perderci. Non so dove trovai la forza di lasciarti andare. Sapevo che ti avrei fatto del male. Sapevo che mi sarei fatta del male. Ma non vedevo altre soluzioni. Non abbiamo mai avuto l'umiltà di guardarci negli occhi senza schernirci o senza sfidarci. Io non avevo il coraggio neanche di guardarmi allo specchio. Ero persa in una vita che ancora non avevo capito se e quanto mi piaceva. Tu cercavi vendetta,contro chi non l'ho mai capito,vendetta per una vita che con te non era stata clemente. Provai a dimenticarti. A volte mi è sembrato anche possibile. Ci sono stati dei momenti in cui la tua figura ed il tuo odore non erano così incombenti da devastarmi.
Poi sei ricomparso. Non ho mai capito il motivo. Forse per sesso. In fondo era l'unica cosa che davvero funzionava bene tra di noi. Forse perchè ti sentivi solo e sapevi che su di me avresti sempre potuto contare. Per un istante mi sono illusa che volessi instaurare un rapporto più intenso e sincero. Appunto mi sono illusa. Per te non è altro che un gioco. A cui io dico no,non senza dolore. Ma vedi,io ho imparato a guardarmi allo specchio. Ed ho voglia di guardarti negli occhi. Ho trovato l'umiltà che avevo perso ed ora sono in grado di ammettere tutti i miei errori e le mie debolezze. E forse un pò sono cresciuta. Ti auguro un giorno di trovare dentro di te quella molla per superare il rancore,la voglia di vendetta e la diffidenza che non ti permette di star bene con te stesso e con gli altri. Io so che in fondo te lo meriti. Con infinito affetto.

I miei occhiultima modifica: 2004-09-25T23:09:58+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “I miei occhi

  1. grazie del complimento streghetta ^_^questa lettera è molto bella e anke molto velata,non si riesce a capire qual’è il tuo e qual’è il suo dolore……… …di certo si intravede molto coraggio molta caparbietà molta fiducia e soprattutto molto amore (da parte tua credo) nel tenere in piedi una storia ke era già impossibile dall’inizio!!! e lo spero anke io,anke se nn conosco questo ragazzo ke dentro di sè trovi la forza e la serenità ke dici di aver trovato tu!!! un bazetto :**debby*

Lascia un commento