Illusa

La saga della banalità. Nulla di nuovo sotto al sole. Illudersi di aver fatto passi avanti. Continuare a riscoprire,nonostante tutto, la propria fragilità. Quella che credevo di aver gettato via o se non altro di aver nascosta in una valigia.
L'ho riscoperta sotto la pelle. L'ho maledetta, l'ho violentata, e poi ci ho fatto l'amore. Con un risultato che non cambia. Anche se si invertono gli ordini dei fattori.
Ed ora siamo al paradosso. Accettare e portare a casa il risultato. O continuare per un tempo che può essere finito oppure no, a voler cambiare le regole del gioco. Accettare la disillusione o continuare ad illudermi. Fortunatamente con un pizzico di consapevolezza in più. In entrambi i casi.
E non solo. Ci sono le mie gambe che hanno imparato ad andar per la loro strada seguendo ciò che sa di buono o che almeno fa finta di esserlo. E questa è una fermata che non posso permettermi. Perchè ho a cuore la mia serenità. Forse più di qualunque altra cosa al mondo. Eppure so che dovunque andrò avrò un bagaglio da trascinare. La mia fragilità sotto la pelle. Il tuo odore nel sangue.

Illusaultima modifica: 2004-10-19T11:32:47+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Illusa

  1. già. le fughe servono a poco, a volte. te lo dice uno che se ne intende. mai fai bene a tenere come orizzonte la tua serenità, è un orientamento saggio. poco saggio è pensare che scansare qualsiasi cosa chiami in causa la nostra vulnerabilità sia un bene. affrontare le cose, le persone (e a volte affrontarle significa ignorarle) costa dolore e fatica, ma il premio finale dev’essere quell’orizzont e di serenità che ognuno di noi merita.

Lascia un commento