Inutili pensieri di ore inutili

Il passato è il presente scritto nelle rughe del viso, nelle cicatrici della pelle, negli occhi di chi si fa guardare negli occhi. Qualcuno dice che negli occhi è impresso anche l'immediato futuro, come nelle linee della mano. Ed io a questo credo poco. Ho ancora un pò di sano ottimismo, talmente sano da credere che tutti noi abbiamo la capacità di creare un piccolo mondo in cui poterci muovere con naturalezza.
Il passato invece, ce lo portiamo addosso, come il profumo della pelle. C'è chi tenta in tutti i modi di scrollarselo da dosso, non sapendo che è solo fatica sprecata. C'è chi, invece, si destreggia bene e lo sbandiera alla luce del sole.
Dal canto mio cerco di conviverci, tra l'altro riuscendoci poco e male.
Sono il frutto di anni più o meno faticosi e pesanti, con qualche momento di pura spensieratezza a cui tento di aggrapparmi quando il puzzo diventa insostenibile.
Se almeno avessi unghie con cui affrontar la vita!
Ed invece stringo i pugni come una bambina a volte per sentirmi più forte, a volte solo per nascondere la mia fragilità.
Ho sempre pensato, e lo credo tutt'ora, che il nostro passato, i nostri dolori, le nostre lacrime sono quanto di più prezioso abbiamo. Dono per pochi. Eletti o sfortunati, non l'ho ancora ben capito.
Ma come si dice di solito…va bene così. E domani è solo un nuovo giorno, una nuova avventura, una nuova storia da raccontare.

Inutili pensieri di ore inutiliultima modifica: 2004-11-21T22:26:41+01:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Inutili pensieri di ore inutili

Lascia un commento