Un regalo da Trespolo

Rimangono parole
Sono solo parole. Nulla di importante.
Non si vive di parole, non si mangia di parole, non si muore di parole.
Sono solo parole. Raccontano di gioie, di amore, di morte.
Ma sono e rimangono solo parole.
Un'aria lieve che respiri e non si vede.
Non scalfisce, non fa rumore, non corre, non si può comperare.
Sono solo parole.
Uno strano guazzabuglio, quasi sempre incomprensibile , interpretabile,
mai netto e chiaro e preciso.
Non puoi costruire nulla con le parole.
Nulla è stato costruito con le parole:
né una casa o una scarpa o una semplice tovaglia.
Sono solo parole. Si dimenticano, facilmente.
Non hanno valore. Non pesano. Non rotolano.
Hai ragione.
Sono solo parole e un pezzo di cuore da ricucire. A fatica.

Trespolo.

Ringrazio Trespolo per avermi dato l'autorizzazione a pubblicare sul blog questa poesia splendida che mi aveva lasciato in un commento.
Ho sentito l'esigenza di pubblicarla qui perchè queste parole sono l'espressione di un mio sentire che non sempre riesco a verbalizzare.
L'ho letta e l'ho sentita mia. Ed ora è qui nera su bianco.
E mi fa compagnia.

Un regalo da Trespoloultima modifica: 2004-11-29T23:09:48+01:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Un regalo da Trespolo

  1. Ma una parola può dare conforto se ascoltata, una parola può far capire se compresa, una parola può liberare se urlata, una parola può riavvicinare se capita… Viviamo grazie al cibo e all’acqua, all’ossigeno e al sole, e quel bicchiere di tenerezza che scambiamo, che appoggiamo, che offriamo! Il tuo ha sempre un ottimo sapore! Ti stringo forte, fortissimo!

Lascia un commento