…mani senza fine…

Il sublime in un movimento. Il tocco lieve di due mani unite.
Piccolo gesto automatico. Mani eleganti. Mani anellate. Mani grandi.
Come in una danza volta ad armonizzar parole e suoni e gesti e movimenti e sensazioni.
Dalle tue mani il tuo sentire. Dalle tue mani il mio sentire.
Quelle mani su di me. Delicate. Morbide. Grandi mani.
Il mio seno inghiottito dal palmo della tua mano.
Il mio capezzolo in balia delle tue dita.
La mia carne, morbida pelle, sfiorata dal tuo morbido tocco. Lieve. Ondeggiante.
Due ballerine spoglie e denudate che si rincorrono sul mio corpo.
Il tuo dito tra le mie labbra. Leccato. Succhiato. Ingoiato. Circondato dalla mia lingua.
Parte estranea che pian piano diventa familiare.
Parte estranea che diventa parte di me. 
Mani dentro di me.
A frugar in modo maestoso e delicato che quel di maestoso e delicato possiedo.
Mani incrociate alle mie in questo amplesso dei sensi.
In questa notte di neve bianca. Pura e candida neve bianca.
Come i nostri umori, come i nostri odori, come la nostra pelle.
La nostra anima rossa, lercia, sanguinante, terrena, giace su di un tappeto di orchidee.

"Nelle mie braccia tutta nuda
la città la sera e tu
il tuo chiarore l'odore dei tuoi capelli
si riflettono sul mio viso.

Di chi è questo cuore che batte
più forte delle voci e dell'ansito?
è tuo è della città è della notte
o forse è il mio cuore che batte forte?

Dove finisce la notte
dove comincia la città?
dove finisce la città dove cominci tu?
dove comincio e finisco io stesso?"
Nazim Hikmet

…mani senza fine…ultima modifica: 2005-02-25T13:46:53+01:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “…mani senza fine…

  1. Sensualità nelle tue mani, vissute ad arte…. ho letto quello che hai scritto … come il puzzle di vetro: ogni pezzo forma un tassello della nostra vita. Ognuno importante, incancellabile, unico, anche se fanno male come schegge di vetro. Ma il saper riconoscere il dolore e gli sbagli, e collegarli al domani, sono tracce di noi, parte di noi che ci accompagnano, pronti ad una svolta. Tra le tue righe leggo sempre bellezza anche se parli di negatività… Sei fantastica (posso dirtelo?), lo sai? Ti abbraccio forte, come il calore delle tue parole!

Lascia un commento