Perchè…

Perchè i tuoi occhi mi parlano di posti che non ho visto e che per me non esistono. Mi racconti di un' isola che non c'è dove nascono fiori che odorano di cannella. E vorresti vivere in una foresta dai contorni africani circondato da seni esposti al sole e da mani sporche di terra. Lontano da questa solitudine, da questa mediocrità. E racconti di un passato che non conosco e che per me non esiste. Da piccolo ti hanno insegnato la strada e te l'hanno suggerita e quindi imposta. Da grande hai sognato di ritornar bambino per ripercorrere tutte quelle vite che non hai vissuto. Mi parli di terre lontane e aride e di monti che arrivano al cielo. Di mari con pesci che volano e bambini che sorridono ad ogni angolo di strada. Mi parli di fame, di carne, di ossa, di sapori gustati, di quelli che fanno urlare e tremare e fuggire via. Del rumore straziante del cemento che crolla, del sangue raccolto in un papavero, di un'alba artificiale. E mi parli di un mondo che non ho mai visto e che per me non esiste. Io troppo pigra per guardare al di là del muro, guardo nei tuoi occhi e nuoto, annego, smetto di respirare.

Perchè…ultima modifica: 2006-04-26T19:07:19+02:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Perchè…

Lascia un commento