2007…e mi sembra il titolo di un film fantascientifico

Solo girare girare girare. Come una palla impazzita attorno al mondo. In groppa ad un satellite della terra ad inseguire la luna. Per non perderla mai di vista. Per dirgliene quattro. E ancora girare girare girare. Lì dove anche l'aria è salata ed un grazie ed un prego cambiano il senso del discorso. Basta solo inserirli nella giusta posizione. Se solo l'odore del mare arrivasse fino a lì. Se solo i contorni fossero più netti, gli scambi più intensi, le posizioni raggiunte difese e messe in discussione in un continuo scambio. Se solo questa paura che immobilizza smettesse per una volta di prender le gambe e la bocca dello stomaco. Se la lasciassimo libera di volare via, questa paura atavica di vivere che ci portiamo addosso e dentro. Forse potremmo essere più liberi anche noi. Di prenderci per mano e di volare via senza aspettare continuamente un vento capace di spazzar via le nuvole. Se ci fai l'abitudine alla nuvole queste si sentono autorizzate  a coprire il sole e a diffondere un'ombra grigia sui tuoi passi. A spazzarle via si affaticano solo i polmoni e manca il fiato. Una soluzione potrebbe essere oltrepassarle, entrarci dentro per uscire dall'altro lato, sfidare questi tempi grigi e transitori, questi tempi che ogni giorno è un giorno di fango. Io ci credo. Nella compassione, nei colori, nella commozione, nei fiori, nelle coccarde, nei pianti, nelle mani. Nella tenerezza, nella bellezza sfiorita, nelle corse, nei capelli al vento, nell'imbarazzo. Negli errori e nelle scuse, nelle retromarce, nei tre passi avanti, nelle cadute. E credo nei voli quando è ora di volare. Nelle sfide quando è ora di sfidare questo mondo pieno di consuetudini utili a renderci prevedibili e quindi assolutamente innocui. Stupiamoli!

2007…e mi sembra il titolo di un film fantascientificoultima modifica: 2007-01-05T19:06:54+01:00da la23strega@v
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “2007…e mi sembra il titolo di un film fantascientifico

  1. Sì, stupiamo i mediocri, chi ha paura del nuovo, chi ha paura di provare la vita, chi ha paura di trovare le risposte dentro di sé… chi ha paura di volare. Vanno stupiti e annichiliti, i mediocri. I borghesi. I conformisti. Vanno ridotti al silenzio, a un silenzio annichilito e stupito. Vanno provocati. E se non si scuotono, vanno mollati. Ma te, io non ti mollo di certo. Ti seguo nel tuo volo. Ti volo accanto. Un bacio di buonissimo anno.

Lascia un commento